-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

appuntamenti

Dal 1° aprile “foglio rosa” per gli aspiranti pubblicisti

Giovedì 06 Febbraio 2020

Novità in vista, dal prossimo 1° aprile, per chi vuole chiedere l'iscrizione all'elenco pubblicisti.  Il Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti ha approvato, nella seduta del 28 gennaio 2020, un documento di "Integrazione alle linee guida per aspiranti pubblicisti" che prevede l'istituzione di un "registro per aspiranti pubblicisti".

A partire dal 1° aprile 2020, ogni aspirante pubblicista sarà tenuto a presentare "comunicazione di inizio attività al Consiglio regionale competente": tale comunicazione e la conseguente iscrizione al registro, costituiranno uno dei requisiti necessari per ottenere l'iscrizione all'elenco pubblicisti al termine del biennio previsto dall'artcolo 35 della legge professionale n. 69 del 1963.
Per gli aspiranti pubblicisti è previsto anche un percorso formativo, con corsi di preparazione della durata di 20 ore nell'arco del biennio.

"Sarà una specie di “foglio rosa” per accedere all’Ordine dei Giornalisti, una rivoluzione delle regole dettata dalla necessità di migliorare i profili professionali dei nuovi entranti; soprattutto per quanto riguarda la deontologia - spiega il presidente del Cnog, Carlo Verna - E’ l’affermazione della linea riformista del Cnog che fa seguito all’elaborazione di  una proposta di  riforma complessiva della professione giornalistica che deve essere  esaminata  dal legislatore  e che, con  questa freccia in più  al nostro arco, possiamo fondatamente  sostenere debba  avvenire al più presto”.

Il registro degli aspiranti pubblicisti prevede una comunicazione di “inizio attività” da presentare all’Ordine regionale competente: l’aspirante pubblicista dovrà indicare la testata (o le testate) con cui si inizia la pubblicazione degli articoli, impegnandosi a comunicare eventuali variazioni nel corso del biennio.
Dovranno iscriversi al registro anche coloro che hanno iniziato il percorso per diventare giornalista pubblicista a partire dal primo gennaio 2019, mentre  sarà esentato chi ha avviato una collaborazione con testate giornalistiche in data antecedente.
A conclusione del biennio l’aspirante pubblicista dovrà documentare l’attività svolta come previsto dalla legge, seguendo le modalità d’iscrizione indicate dall’Ordine regionale.

 

Quote Albo 2020

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

Pago Pa


Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

raccomandazioni

Le raccomandazioni dell'Ordine dei Giornalisti