-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

appuntamenti

Emergenza coronavirus, gli Ordini regionali chiedono sostegno al lavoro giornalistico

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

I giornalisti e tutti gli operatori dell'informazione nei giorni della grave emergenza per la diffusione dell'epidemia da Coronavirus stanno garantendo ai cittadini un diritto costituzionale, quello di essere compiutamente e correttamente informati. Al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ringraziamo per aver riconosciuto pubblicamente il nostro ruolo, rivolgiamo un appello affinché l'esercizio di questa funzione vitale per la vita democratica venga garantito e agevolato in tutto il territorio nazionale.

Chiediamo inoltre un'attenzione particolare per i colleghi che nelle regioni più colpite dal virus operano sul campo per dare notizie e immagini, raccontando in prima persona questo momento senza precedenti, correndo anche rischi per la propria salute. Una corretta informazione, vero antidoto alle fake news, si conferma ora più che mai un servizio essenziale per l'intera comunità, nel rispetto del pluralismo delle voci, valore per i giornalisti irrinunciabile. Sappiamo bene che questa crisi richiede misure eccezionali, ma ciò deve avvenire nella tutela del doveroso e libero esercizio della professione giornalistica.

Ringraziamo per la collaborazione che danno ai giornalisti tutti i soggetti impegnati nella lotta contro l'epidemia, dagli operatori sanitari a chi opera nelle istituzioni e in tutti gli enti pubblici e privati. Solo così, nell'interesse dei cittadini, si tutela l'informazione, un bene oggi più che mai prezioso e indispensabile. Per le stesse ragioni riteniamo importante che il Governo preveda specifiche misure di sostegno anche al lavoro autonomo giornalistico. A tal fine, auspichiamo sul tema una azione unitaria di tutti gli enti di categoria.


Per i presidenti e i vicepresidenti degli Ordini regionali dei giornalisti, i coordinatori:

 

Paola Spadari

Cristiano Degano

Bruno Fracasso

Quote Albo 2020

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

Pago Pa


Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

raccomandazioni

Le raccomandazioni dell'Ordine dei Giornalisti