-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

appuntamenti

Antenna Tre, la solidarietà dell'Ordine. Amadori: "Urgenti i sostegni all'editoria"

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Il Consiglio regionale dei giornalisti del Veneto esprime solidarietà ai colleghi dell'emittente televisiva Antenna Tre, costretti a scendere in sciopero per una settimana, fino a martedì 23 febbraio perché da mesi sono costretti a lavorare senza percepire lo stipendio da parte dell'azienda.

La situazione in cui si trovano ad operare i giornalisti, ma anche i tecnici, di Antenna Tre è insostenibile: nonostante i notevoli sacrifici a cui si sono sottoposti dallo scorso anno per cercare di contribuire in prima persona al superamento delle difficoltà aziendali, continuano a non ricevere lo stipendio e a lavorare gratuitamente.

"La grave crisi che sta interessando anche la realtà veneta del mondo dell'informazione richiede interventi urgenti da parte della politica - dichiara il presidente dell'Ordine, Gianluca Amadori - E' necessaria una mobilitazione affinché siano garantiti adeguati sostegni all'editoria in questo delicato momento di grandi trasformazioni: in ballo c'è il pluralismo delle voci informative; c'è la libertà, l'indipendenza di chi è chiamato a garantire ai cittadini il diritto di essere correttamente informati". 

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Quote Albo 2017

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 110€ (pensionati vecchiaia o invalidità 55€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 110€
Iscritti
Elenco Speciale 180€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria