-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

AVVISO

Gli uffici dell'Ordine dei Giornalisti del Veneto, in occasione della festività della Madonna della Salute, rimarrano chiusi LUNEDI' 20 e MARTEDI' 21 NOVEMBRE.

appuntamenti

Foto vietate in Consiglio comunale a Zevio: la protesta dell'Ordine dei giornalisti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Ancora un’inspiegabile limitazione del diritto di cronaca da parte di un'amministrazione comunale. Il sindaco del Comune di Zevio, in provincia di Verona, ha negato ad un giornalista in servizio la possibilità di scattare fotografie durante una seduta del Consiglio comunale. Decisione che l'Ordine dei giornalisti del Veneto ritiene ingiustificata e illegittima, peraltro perché assunta senza alcuna motivazione.

Su suggerimento del Consiglio dell’Ordine, il collega ha chiesto al sindaco in base a quale normativa gli fosse stata negata la possibilità di esercitare la propria attività, in quanto le fotografie costituiscono parte integrante di un servizio giornalistico. La sconcertante risposta che il sindaco ha fornito al collega è basata su una decisione del Tar Veneto - in realtà relativa a diversa fattispecie - quella della videoregistrazione della seduta consiliare. Il sindaco scrive che poiché «il vigente regolamento dell’attività del Consiglio Comunale del Comune di Zevio, al momento, nulla prevede in merito alla possibilità di poter effettuare riprese audiovisive», in mancanza di apposita disciplina regolamentare non è possibile scattare fotografie.

Nella citata sentenza n.826/2010 del Tar Veneto, ove si verificava la legittimità di un diniego di autorizzazione ad effettuare la ripresa audio/video di una intera seduta consiliare, veniva affrontata una problematica totalmente diversa e relativa in particolare alle problematiche sottese al trattamento dei dati personali, anche sensibili, da parte di terzi estranei alla pubblica amministrazione.
Ma proprio nel provvedimento citato si sottolinea la diversità dell’ordinario trattamento dei dati effettuato per finalità giornalistiche, tant’è che il Tribunale prevede espressamente che è «immediatamente concedibile da parte del Sindaco - Presidente del Consiglio Comunale, nei confronti di emittenti televisive nazionali e locali e nell’esercizio dei propri poteri di cui all’art. 39, comma 1, del T.U. approvato con D.L.vo 267 del 2000, l’autorizzazione a videoriprendere, in via non sistematica, gratuitamente e senza diritti di esclusiva, talune brevi fasi delle sedute del Consiglio Comunale nell’adempimento dei propri compiti di informazione giornalistica».

Nel caso del Comune di Zevio non si tratta neppure di videoregistrazione. bensì di semplici riproduzioni fotografiche. Appare quindi palese la pretestuosità del diniego opposto dall’Amministrazione Comunale, che in tal modo di fatto "censura" ciò che avviene nel corso di un evento aperto al pubblico e di grande rilievo e interesse pubblico come un Consiglio comunale.

Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti del Veneto non può che ribadire, una volta ancora, la prevalenza del diritto di cronaca - e quindi anche di riprese fotografiche e/o audiovisive - in occasione di una seduta di Consiglio comunale, aperto al pubblico e di indubbio interesse pubblico.

Nel rivolgere a tutti i sindaci e i presidenti dei Consigli comunali l’invito a non frapporre ostacoli al libero esercizio della attività giornalistica durante le sedute consiliari, l’Ordine è pronto ad affiancare i colleghi nell’eventuale contenzioso che dovesse scaturire da ingiustificati dinieghi. 

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Quote Albo 2017

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 110€ (pensionati vecchiaia o invalidità 55€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 110€
Iscritti
Elenco Speciale 180€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria