-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

appuntamenti

Trasparenza negata, giornalista escluso da gara pubblica

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

La trasparenza, sempre più spesso, è un principio enunciato soltanto sulla carta.

Nonostante una legislazione formalmente aperta all'accesso agli atti pubblici, la realtà è ben diversa: con grande frequenza ai giornalisti viene negato, senza motivazione o per ragioni strumentali, l'accesso a documentazione di rilievo pubblico, e talvolta viene perfino impedita la possibilità di assistere ad atti di interesse pubblico.

L'ultimo episodio è accaduto a Padova, dove al giornalista Marco Milioni è stato negato di assistere all'apertura delle buste relative ad un bando pubblico per l'affidamento di alcuni spazi del Demanio regionale, una vicenda sulla quale è in atto un dibattito da mesi in città.

L'Ordine dei giornalisti del Veneto denuncia con preoccupazione i crescenti ostacoli posti allo svolgimento della professione, e dunque alla possibilità dei cittadini di essere correttamente e completamente informati sull'attività della pubblica amministrazione. Il Consiglio regionale si è attivato per chiedere al Genio civile i motivi dell'avvenuta esclusione del giornalista, considerati gli obblighi di pubblicità e trasparenza dell'azione amministrativa e, in particolare, delle gare pubbliche, e per impedire che analoghe divieti ingiustificati possano ripetersi. 

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Quote Albo 2017

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 110€ (pensionati vecchiaia o invalidità 55€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 110€
Iscritti
Elenco Speciale 180€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria