-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

AVVISO

GIORNI CHIUSURA UFFICIO:

27-28 dicembre 2018

appuntamenti

Formazione, al via i procedimenti disciplinari per gli inadempienti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Sanzioni anche per la mancanza di Pec: l’indirizzo va subito comunicato all’Ordine

 

VENEZIA, 18 maggio 2018 - Il Consiglio regionale dell'Ordine dei Giornalisti del Veneto ha trasmesso al Consiglio di disciplina dell'elenco con i nominativi dei cosiddetti "zeristi" ovvero dei colleghi iscritti all'Albo del Veneto, che risultano totalmente inadempienti all'obbligo formativo in relazione al primo triennio (2014-2016), oltre 700 tra pubblicisti e professionisti.

Il Consiglio ha chiesto di valutare l'apertura di un procedimento disciplinare per violazione dell'obbligo formativo, introdotto con il DPR 137/2012. 

Il Consiglio di disciplina prenderà in esame anche la posizione dei colleghi che risultano privi di PEC, Posta Elettronica Certificata, resa obbligatoria per legge dal 2009. 

 

I giornalisti che provvederanno immediatamente a dotarsi di PEC e comunicheranno il proprio indirizzo alla segreteria dell'Ordine (segreteria@ordinegiornalisti.veneto.it) eviteranno di vedersi sottoposti a procedimento disciplinare per tale mancanza.

 

Lo scorso 6 febbraio, Il Consiglio nazionale ha varato un documento contenente alcune linee guida in materia di sanzioni disciplinari per il mancato assolvimento dell'obbligo formativo, invitando i Consigli regionali e i Consigli Territoriali di Disciplina ad avviare i procedimenti a partire dagli inadempienti totali. Per quanto riguarda le sanzioni, il Cnog, suggerisce la censura per gli inadempienti totali e l'avvertimento per gli inadempienti parziali. Ma in casi particolari le sanzioni potranno essere anche più severe.

In caso di posizioni recidive riscontrate al termine del secondo triennio (2017-2019), si prefigura la possibilità di un inasprimento delle sanzioni sulla base di un criterio di proporzionalità: ciò significa che, dopo una censura comminata per il primo triennio, l'ulteriore inadempimento dell'obbligo formativo potrà determinare un periodo di sospensione dalla professione.

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Quote Albo 2018

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria