-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

appuntamenti

PENSIONATI AL LAVORO, I LIMITI STABILITI DALLA CARTA DI FIRENZE

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Sulla base di quanto stabilito dalla Carta di Firenze, approvata dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti l'8 novembre del 2011 e parte integrante, all'Allegato 5, del Testo unico dei doveri del giornalista, i giornalisti in pensione non possono continuare a lavorare per la stessa azienda di cui erano dipendenti "per l’espletamento delle medesime prestazioni che svolgevano in virtù del precedente rapporto".


L'articolo 2 della Carta di Firenze, intitolata "Collaborazione tra colleghi", fa obbligo agli "iscritti all’Ordine che rivestano a qualunque titolo ruoli di coordinamento del lavoro giornalistico" di "vigilare affinché i giornalisti titolari di un trattamento pensionistico Inpgi a qualunque titolo maturato non vengano nuovamente impiegati dal medesimo datore di lavoro con forme di lavoro autonomo ed inseriti nel ciclo produttivo nelle medesime condizioni e/o per l’espletamento delle medesime prestazioni che svolgevano in virtù del precedente rapporto".

La violazione di queste, e delle altre regole inserite nella Carta di Firenze, nonché di quanto previsto dall'art. 2 della Legge 69/1963, comporta una possibile sanzione sul fronte disciplinare.

L'Ordine dei giornalisti del Veneto richiama pertanto tutti i colleghi iscritti all'Albo regionale alla necessità di attenersi alle prescrizioni contenute dalla Carta di Firenze e annuncia l'avvio di un monitoraggio con l'obiettivo di sottoporre al Consiglio di disciplina le situazioni che dovessero concretizzare una violazione dei doveri professionali.

 

Quote Albo 2020

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

Pago Pa


Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

raccomandazioni

Le raccomandazioni dell'Ordine dei Giornalisti