CINQUE COLPI DI PISTOLA CONTRO LA CASA DI ARIO GERVASUTTI: “ATTO DI GRAVITÀ INAUDITA”

Stampa

L’Ordine e il Sindacato dei giornalisti del Veneto, congiuntamente al Cdr del Gazzettino, esprimono piena solidarietà al collega Ario Gervasutti, che nella notte ha subito un attentato vile e inquietante, dalla gravità inaudita.

Quei cinque colpi di pistola contro la casa di  Gervasutti, già ex direttore del Giornale di Vicenza e ora nell’ufficio centrale del Gazzettino, sono un attacco inaccettabile non solo a un giornalista che ha sempre dimostrato di avere la schiena dritta, ma anche a tutta la categoria che da tempo è nel mirino di chi vuole impedire la libertà di informazione.

Ordine e Sindacato dei giornalisti del Veneto si stringono attorno al collega e alla sua famiglia e confidano nel lavoro  elle forze dell’ordine per individuare al più presto possibile i responsabili.