Ti trovi qui

Home

De Leo Fund Media Award, vince Del Soldà

Mercoledì 14 Settembre 2022

Pietro Del Soldà è il vincitore del De Leo Fund Media Award, riconoscimento per i giornalisti che in un loro elaborato o servizio abbiano descritto su testate giornalistiche regolarmente registrate un caso di suicidio oppure l’esperienza di congiunti/amici sopravvissuti alla perdita di un loro caro. 

Si è tenuto il 10 settembre scorso il convegno organizzato dall’associazione De Leo Fund per celebrare la ricorrenza della Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio, ideata dal Professore Diego De Leo. L’evento ha visto la partecipazione di numerosi esperti e studiosi sensibili al tema della prevenzione del suicidio e ha offerto interessanti contributi su tematiche come la finitudine e il fine vita, l’anticipazione della morte, l’eutanasia, la volontà anticipata di trattamento e l’utilizzo della tecnologia nella prevenzione del suicidio.

Uno spazio di rilievo è stato riservato alla quarta edizione del De Leo Fund Media Award. L’Associazione De Leo Fund, con il sostegno dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, promuove dal 2018 questa iniziativa, allo scopo di sensibilizzare sull'importanza dell'utilizzo di un'adeguata comunicazione in tema di suicidio.

Alla cerimonia di premiazione ha partecipato il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto Giuliano Gargano. Il vincitore di quest’anno per la categoria “produzioni radiofoniche o televisive” è risultato Pietro Del Soldà, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, con un servizio radiofonico dal titolo “Zarathustra: la tua libertà” trasmesso su Rai Radio 3. Il servizio è dedicato alla testimonianza della signora Palmira, la quale ha scelto di condividere la sua esperienza legata al suicidio del marito Stefano. La narrazione lascia spazio alla tragica sofferenza della perdita ma anche al rispetto verso una scelta così estrema e all’amore rinnovato verso suo marito e il loro figlio Pierpaolo. Si parla di dolore e di solitudine, ma anche di coraggio, della volontà di proteggere la propria capacità di amare e di continuare a sperare in una vita degna di essere vissuta.

La giornata è stata anche inserita nella programmazione regionale dei corsi formativi per i giornalisti.

Quote Albo 2022

Fino al 31 gennaio 2022
Professionisti e Pubblicisti 120€ [pensionati anzianità (dopo i 67 anni), vecchiaia o invalidità 60€]
Praticanti e Giornalisti Stranieri 120€
Iscritti Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
- C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
- PagoPA
Dal 1 febbraio più mora e spese

DEONTOLOGIA PROFESSIONALE

di Gianluca Amadori

LE TESTATE VENETE

SCARICA