-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage

AVVISO

GIORNI CHIUSURA UFFICIO:

27-28 dicembre 2018

appuntamenti

De Leo Fund, un riconoscimento ai giornalisti che raccontano in maniera appropriata i casi di suicidio

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

VENEZIA, 21 settembre 2018 - Un riconoscimento ai giornalisti che riescono a raccontare in modo appropriato un caso di suicidio, oppure l’esperienza patita da familiari o amici in relazione alla perdita di un loro caro, o ancora a dare spazio ai servizi di sostegno impegnati in iniziative di prevenzione del suicidio o di assistenza ai “sopravvissuti”.

Lo mette a disposizione la Fondazione De Leo di Padova, la quale ha bandito la prima edizione del "De Leo Fund Award", con il contributo dell'Ordine nazionale dei giornalisti e il patrocinio dell'Ordine regionale del Veneto.

 

Finalità del riconoscimento è quello di far maturare una sempre maggiore sensibilità sul tema e fare in modo di contenere il più possibile l’impatto imitativo e ‘contagioso’ delle notizie riguardanti le morti per suicidio, soprattutto tra le persone più vulnerabili (giovani, vecchi, portatori di disturbi mentali o di handicap fisici, soggetti che attraversano gravi difficoltà esistenziali, ecc.).

 

Possono partecipare alla selezione tutti i giornalisti italiani iscritti all’Albo Professionale (professionisti, pubblicisti o praticanti) inviando un servizio giornalistico da loro realizzato, nel periodo che va dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019, pubblicato su una testata registrata.

La premiazione si svolgerà nell'autunno del 2019.

Il bando è stato presentato durante il seminario di formazione per giornalisti svoltosi a Padova lunedì 10 settembre, in occasione della Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio.

 

L'Ordine dei giornalisti del Veneto da anni è impegnato per promuovere una sensibilità particolare nel trattamento dei casi di suicidio, suggerendo ai giornalisti grande cautela nel caso in cui decidano di darne notizia, ovvero quando ricorra l'interesse pubblico della notizia. E' necessario attenersi scrupolosamente al principio dell'essenzialità dell'informazione, evitando toni eccessivi e la spettacolarizzazione delle notizie, in particolare nei titoli, per evitare il rischio di emulazione. Uno studio dell'Organizzazione mondiale della sanità ha stabilito una correlazione tra uscita di notizie relative a suicidi e aumento del numero di suicidi. Particolare attenzione va riservata alla scelta delle foto, evitando di rappresentare i luoghi e di descrivere le modalità adottate da chi ha scelto di togliersi la vita: alcuni luoghi sono diventati iconici e sono scelti da molte persone per suicidarsi.

 

La relazione tenuta dal professor De Leo

 

L'intervento del presidente dell'Ordine veneto, Gianluca Amadori 

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Quote Albo 2019

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria