-

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30  
solo lunedì e giovedì dalle 14.00 alle 16.00
  
 

Ti trovi qui:

Homepage >> Formazione >> Pubblicisti >> Corso formazione aspiranti pubblicisti. Regolamento aggiornato al 11 aprile 2016

AVVISO

GIORNI CHIUSURA UFFICIO:

dal 6 al 26 agosto 2018
2 novembre 2018
27-28 dicembre 2018

appuntamenti

Corso formazione aspiranti pubblicisti. Regolamento aggiornato al 11 aprile 2016

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

CORSO DI FORMAZIONE PER ASPIRANTI PUBBLICISTI
Regolamento
(aggiornato al 11 aprile 2016)
 
  
Premessa
In data 17 giugno 2009 il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha approvato un documento di indirizzo che introduce per gli aspiranti pubblicisti l'obbligo di frequenza di un corso di formazione come requisito indispensabile al fine di ottenere l'iscrizione all'Albo professionale.
A tal fine l'Ordine regionale dei giornalisti del Veneto ha deciso di organizzare, ogni anno solare, un numero congruo di corsi di formazione per consentire agli aspiranti pubblicisti di ottenere il requisito richiesto.
La frequenza del corso di formazione e il conseguimento del relativo attestato di frequenza non danno diritto automaticamente all'iscrizione all'Albo dei giornalisti - elenco pubblicisti - in mancanza degli altri requisiti previsti dalla legge 69/1963, la cui sussistenza può essere accertata dal Consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti unicamente dopo la presentazione della domanda di iscrizione, corredata da tutta la documentazione richiesta.
A tal proposito, si invitano gli aspiranti pubblicisti a prendere visione delle Modalità per l’iscrizione all’elenco dei pubblicisti prima di iscriversi al corso di formazione.
 
Art. 1
CHI PUO’ PARTECIPARE
Sono ammessi alla frequenza tutti gli aspiranti pubblicisti che si apprestino a concludere il biennio previsto dall’art. 35 della legge 69/1963.
Le domande di iscrizione al corso devono essere formalizzate (entro la data di volta in volta indicata in concomitanza di ciascun corso) su apposito modulo, da presentare alla Segreteria dell'Ordine o inviare via pec all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o via fax allo 041/5242665, corredate dalla ricevuta di versamento di € 80 quale quota di adesione. Il versamento può essere fatto su c/c postale n. 59179259, intestato all’Ordine dei giornalisti del Veneto oppure su c/c bancario Veneto Banca Cod. IBAN: IT40U 05035 02001 084570390406 sempre intestato all’Ordine dei giornalisti del Veneto. In caso di rinuncia al corso tale importo non sarà restituito.
 
Art. 2
PROGRAMMA
Il Corso affronterà i seguenti argomenti:
STORIA DEL GIORNALISMO
Dagli “Acta diurna”, ai caratteri mobili di stampa, al giornalismo sul web. La nascita in Italia dei moderni giornali d’informazione. Il quotidiano del mattino e del pomeriggio; i quotidiani economici e quelli sportivi; i giornali di partito; la free press ed i giornali on-line; le principali caratteristiche della stampa periodica. Nascita ed evoluzione di radio e televisione.
LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA
Da chi è stata scritta, quando è stata promulgata, di quanti articoli è composta, come può essere modificata. L’articolo 21; la distinzione tra i poteri dello Stato; diritti e doveri dei cittadini. La Corte Costituzionale. Il ruolo del Presidente della Repubblica.
DIRITTI E DOVERI DEL GIORNALISTA
Il rispetto della verità. La libertà d’opinione, d’informazione, di critica e di satira. I limiti del diritto di cronaca. Il rispetto della persona. Il rapporto con la pubblicità. L’ordinamento professionale. Le norme deontologiche. Le sanzioni disciplinari.
LE LEGGI DELLA PROFESSIONE
La legge 69/1963 istitutiva dell'ordine. Il rapporto tra l’informazione e la tutela dei dati personali. Il rapporto tra giornalismo e privacy, le normative italiane ed europee che disciplinano la materia. Il diritto d’immagine.
LE RESPONSABILITA’ CIVILI E PENALI DEL GIORNALISTA
Il diritto di cronaca, di critica e di satira, d’autore. I reati della professione: quali sono e chi oltre al giornalista ne risponde. L’obbligo della rettifica. La tutela dei minori ed il rispetto delle categorie meno protette: la legislazione in materia. La tutela delle fonti fiduciarie.
LE REGOLE DI SCRITTURA
Il linguaggio della carta stampata, delle agenzie, dei giornali on-line, di radio e televisione, degli uffici-stampa. Come si costruisce un articolo di cronaca. Come si prepara un’intervista. Come si segue una conferenza- stampa. La verifica delle notizie. L’importanza del “virgolettato”.
LE ISTITUZIONI DELLA CATEGORIA (ORDINE, FNSI, INPGI e CASAGIT)
Funzioni e composizione degli Enti della categoria giornalistica.
L’UFFICIO STAMPA
La legge 150/200. I ruoli dell’Ufficio stampa, le norme deontologiche da osservare, le regole di scrittura del settore, i rapporti con gli altri media, Enti pubblici ed aziende private.
 
Art. 3
MATERIALE DIDATTICO
A tutti gli iscritti sarà fornito materiale didattico attinente le principali questioni riguardanti la professione giornalistica. Una parte del materiale su supporto cartaceo, una parte in formato digitale, disponibile sul sito dell'Ordine www.ordinegiornalisti.veneto.it/Scuola Buzzati/Materiali e dispense. All'inizio del corso il direttore della Scuola Buzzati fornirà un elenco della documentazione a disposizione che costituisce il materiale di studio obbligatorio per gli aspiranti pubblicisti.
 
Art. 4
COLLOQUIO FINALE
Il corso sarà concluso da un colloquio finale sotto forma di questionario, che verterà sugli argomenti relativi al programma di cui all’art. 2 e al materiale didattico messo a disposizione di ciascun iscritto. A conclusione sarà rilasciato a ciascun partecipante un attestato di frequenza, che dovrà essere allegato alla successiva eventuale domanda di iscrizione all'Albo dei giornalisti, elenco pubblicisti. L'attestato conclusivo – che costituisce uno dei requisiti essenziali per ottenere l'iscrizione all’Albo professionale - non potrà essere rilasciato nel caso di assenza non giustificata a più del 10 per cento della durata del corso (l'assenza dovrà essere documentata e giustificata da gravi motivi) o caso in cui il richiedente non dimostri di aver seguito il corso con diligenza e profitto, così come previsto dalla delibera del Consiglio nazionale, e di essere in possesso degli elementi minimi per lo svolgimento della professione giornalistica. In questo caso, all’aspirante pubblicista sarà richiesto di sostenere nuovamente il colloquio al termine del corso successivo per poter provvedere al rilascio dell’attestato conclusivo.
 
Art. 5
LA COMMISSIONE
Del corso di formazione e del relativo colloquio finale si occuperà una Commissione appositamente delegata dal Consiglio regionale dei giornalisti del veneto, che sarà così composta:
il direttore della Scuola di giornalisti Dino Buzzati (o suo delegato);
il presidente dell'Ordine dei giornalisti del Veneto (o suo delegato)
un consigliere dell'Ordine dei giornalisti del Veneto o un giornalista di provata capacità e competenza professionale, designato dal presidente dell'Ordine o dal direttore della Scuola Buzzati.
 
Art. 6
LE DATE DI SVOLGIMENTO
Le date di svolgimento del corso e del colloquio saranno comunicate tempestivamente dalla Segreteria sul sito internet dell'Ordine dei giornalisti del Veneto www.ordinegiornalisti.veneto.it
 
Art. 7
CORSO ON LINE
L’Ordine nazionale dei giornalisti ha predisposto, attraverso il Centro di Documentazione giornalistica, un “Corso on line per gli aspiranti pubblicisti”, che può sostituire il corso organizzato dall’Ordine dei giornalisti del Veneto.
Il corso è disponibile sul sito www.formazionegiornalisti.it
 
Art. 8
CORSI ORGANIZZATI DA ALTRI ORDINI REGIONALI
Ai fini dell’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti del Veneto saranno riconosciuti validi gli attestati di partecipazione ai corsi organizzati da altri Consigli regionali dell’Ordine dei giornalisti.

Approvato dal Consiglio dell’ODG Veneto il 19/11/2013

Amministrazione trasparente

Alla sezione Trasparenza >>

Testo unico dei doveri del giornalista

Consulta

Quote Albo 2018

Dal 1 febbraio più mora e spese 
ProfessionistiPubblicisti 120€ (pensionati vecchiaia o invalidità 60€)
PraticantiGiornalisti Stranieri 120€
Iscritti
Elenco Speciale 190€
Autocertificazione Pensionati
Ordine giornalisti del Veneto
C/C Bancario Crédit Agricole FriulAdria IBAN IT82I 05336 02045 000046578489 - BIC BPPN IT 2P 327
C/C Postale IBAN IT38B 07601 02000 000059179259 intestato a Ordine dei Giornalisti del Vene
to

giornalismo e responsabilità

Lettera aperta sul futuro dell'informazione e della professione. Qui commenti e proposte. Vuoi intervenire? Scrivi alla segreteria